Mentre i bambini piccoli imparano a camminare – un’esperienza quasi universale che pochi possono ricordare – imparare a cadere è il processo di accompagnamento. Nessuno si è arrabbiato per questo: rotolare e aggrapparsi ai mobili o alle mani per avere sostegno era semplicemente un continuo tentativo quotidiano di fare progressi. Solo come risultato di una determinazione estrema – nonostante il costante processo di caduta – il bambino riesce a muovere i primi passi. L’EQUILIBRIO NON È POSSIBILE SENZA SPERIMENTARE LA CADUTA. La caduta in quel momento era quasi inevitabile, un percorso naturale di apprendimento.

Cadere da adulto evoca spesso risposte di “Come è potuto accadere?” o “Non è possibile!” o “Devo essermi reso ridicolo”. La caduta non è più vista come un processo naturale che incoraggia offerte di aiuto da parte di mani amichevoli, ma come un fallimento. Cambiate prospettiva: AFFRONTATE LA CADUTA, RICONOSCETELA COME UN MODO PER RAFFORZARE LA DETERMINAZIONE A TROVARE UNA STRADA DIVERSA, PERCHÉ QUELLA ATTUALE VI HA FATTO CADERE PER STIMOLARE QUESTA CONSAPEVOLEZZA.

Dopo una caduta siete costretti a sdraiarvi. Forse siete in stato di shock e vi chiedete DOVE SONO? E in effetti, questa è una buona domanda da fare. DOVE SONO? DOVE VOGLIO ESSERE? DOVE, LA MIA ANIMA, MI STA DICENDO DI ANDARE? Questo è un momento chiave di grande potenziale con il potere di cambiare la direzione della tua storia personale. Più duro è il terreno su cui cadete e maggiore è la lesione, più a lungo siete costretti a stare sdraiati e a prendere in considerazione queste domande urgenti. E se non prestate attenzione alle domande e quindi cambiate direzione, il “caso” o la “sincronicità” o il “desiderio dell’anima” organizzeranno qualcosa di impatto ancora maggiore per aumentare la potenza del campanello d’allarme.

Questo è il significato di CADERE PER IMPARARE. Quando siete in grado di vedere gli incidenti in questa luce, allora ogni “fallimento”, ogni “caduta”, ogni delusione, è solo un trampolino di lancio verso la fase successiva del processo di apprendimento in direzione della  piena REALIZZAZIONE.

Jhonny

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.